Condividi l'articolo

Google ha annunciato dal suo blog che dal 21 aprile 2015 l’esperienza d’uso dei siti dai dispositivi mobili diventerà fattore di ranking.

Ciò influenzerà in maniera importante la ricerca sui dispositivi mobili ed il posizionamento di migliaia di siti web. In Italia, infatti, il 40% circa delle connessioni giornaliere avvengono da mobile (dati Audiweb dicembre 2014), ed il rischio è quello di essere tagliato fuori da un importante fetta di mercato.

Dal 21 aprile Google darà, quindi, la precedenza nella ricerca da mobile a quei siti che sono ottimizzati per i cellulari e che offrono un’esperienza di navigazione migliore.

Niente panico! Google, a differenza del passato, ci ha avvisato con quasi due mesi di anticipo, per cui abbiamo il tempo necessario per ottimizzare i nostri siti e non correre il rischio di essere tagliati fuori dalla ricerca.

Per verificare se il vostro sito rispecchi i requisiti per ottenere l’etichetta “Mobile Friendly” e non subire penalizzazioni occorre testare il vostro sito a questo link. Attenzione, non basta testare solo la home page, ma anche le altre pagine del sito, soprattutto quelle contenenti testi. Infatti, è proprio qui che si gioca la partita: un sito mobile-friendly deve garantire soprattutto una chiara leggibilità dei contenuti, evitando categoricamente testi minuscoli o contenuti illeggibili se non attraverso continui scorrimenti da una parte all’altra del display.